Ciao a tutti, se vi trovate qui è perché anche voi, come me, siete stanchi di sopportare l’obbligo da parte di juwel di inserire nei propri acquari dei neon fuori dagli standard e che ci costano anche abbastanza, senza considerare

che vengono prodotte dalla casa solo con due gradazioni 4000k e 9000k che nonfanno altro che aiutare le alghe a proliferare. La modifica che vi propongo oggi è finalizzata al montaggio di due neon di formato standard (nel mio caso osram t5 da 39W 6500K)

QUESTA GUIDA E’ REALIZZABILE PER QUALSIASI ACQUARIO JUWEL DELLA SERIE RIO (125, 180, 300, 400) e probabilmente anche della serie juwel vision, in quanto monta le stesse plafoniere!

 

MATERIALE :

  • 1 Taglierino
  • 1 Accendino o fornello
  • 1 Cacciavite cercafase
  • 1 Tronchese
  • 3 Mammuth come in foto
  • 1 Cartuccia di silicone
  • 1 Metro o righello
  • 1 Matita

 

 

Mettiamoci al lavoro………..

Una volta acquistati i neon, smontiamo la plafoniera e i neon dalla stessa ..

 

 

Estrarre le cuffie dagli appositi alloggi. Io ho deciso di accorciare quelle dal lato opposto al cavo di alimentazione sia per semplicità sia perché sono montate non centralmente e così le ho quasi centrate. Le cuffie sono fatte apposta per essere smontate, non abbiate paura di tirarle fuori, non si spezzeranno. Dal mio punto di vista la miglior soluzione è quella mostrata nella figura 3, ovvero tirare verso il basso e l’alto in quanto il materiare in quel verso ha più resistenza a trazione. Mettendo la plafoniera come in figura 4 avete maggior presa sulle cuffie (ATTENZIONE.. RIPETO .. SMONTATE I NEON PRIMA.. LE FOTO SONO DIMOSTRATIVE)

 

 

Adesso andiamo ad analizzare i neon che dovremmo montare che misure hanno,al fine di eseguire dei tagli perfetti e non fare fatica a vuoto. Nel mio caso i neon juwel sono 895mm, mentre i neon standard sono 863 mm, quindi dovrò traslare tutto di 32mm

 

 

Una volta sganciate le cuffie, quello che ci troviamo è quello che si mostra dalle figure 7,8 9, che seguono

 

 

 

Con l’uso di un metro, righello o quello che preferite, ed una matita o pennarello da cd, andiamo a tracciarci su ambo i lati, i due rettangolini che dobbiamo tagliare (che saranno i nuovi alloggi delle cuffie), traslati di 32 mm (nel mio caso) dal foro esistente, e procediamo al taglio. Per comodità il taglio l’ho effettuato con un taglierino che scaldavo sul fornello, man mano incidevo lungo il segno prima disegnato. Ci troviamo in questa situazione (fig 10)

 

 

Come possiamo notare per ogni cuffia, abbiamo due cavi, di cui uno viene direttamente dal ballast che si trova all’interno ed un altro è semplicemente un ponte di collegamento tra i due neon. Quella scatoletta cerchiata in fig 11 possiamo benissimo eliminarla ed usare un mammutt per ripristinare quel collegamento. Con l’uso di una tronchese, forbici andate a tagliare il filo proveniente dal ballast per tirarlo fuori dal nuovo foro di alloggiamento ad ambo i lati (cercate di non forzarli troppo poiché potreste farli venir fuori dal ballast e dopo dovrete aprire la plafoniera dall’alto e  NON SARA’ UN BEL VEDERE).

 

 

Andiamo ad eliminare i due quadratini di plastica tagliati ma non buttiamoli in quanto li utilizzeremo in seguito come tappi per i vecchi alloggiamenti! Quello che abbiamo adesso davanti ai nostri occhi è quello che mostro nelle figure 12, 13

 

 

Andiamo ad effettuare i collegamenti elettrici tramite mammut ed otteniamo quello mostrato in figura 14, 15 .. allego anche lo schema elettrico fig 16.

 

 

Non ci resta che siliconare le cuffie nei nuovi alloggiamenti e con l’uso dei pezzi tagliati chiudere con il silicone i fori dei vecchi alloggiamenti delle cuffie. Far asciugare la plafoniera almeno una nottata ed il gioco è fatto. Adesso i costi della sostituzione neon saranno sicuramente più contenuti.

 

 

Si ricorda che si sta lavorando con apparecchiature sottoposte a corrente elettrica quindi non si ritiene responsabile ne’ il sito ne l’autore della guida per eventuali danni arrecati a cose o persone

 

guida realizzata da Domenico De Rosa

impaginata da Michele Nardinocchi

 

 

PS:E’ vietato copiare anche parzialmente questo articolo e relative immagini senza l’autorizzazione di acquarioexpert.com o del proprietario

 

© 2017AcquarioExpert.com

 

 

 

Autore
Domenico De Rosa: Da oltre 10 anni sono appassionato di acquariofilia. Ho iniziato da piccolo con la passione per gli acquari, pian piano crescendo e migliorandomi .. da inesperto, avevo un piccolo acquario con “pesci rossi” materiali plastici ecc .. Man mano negli anni mi sono appassionato e specializzato sempre più anche grazie ai consigli di amici conosciuti sui portali .. Sono passato ad acquari via via più complessi, prima uno di comunità, Poi ad acquari piantumati utilizzando fertilizzanti e combinando più guai che altro, fino ad oggi dove ho un plantanquario, seguo protocolli di fertilizzazione professionali , ed ho ancora tanto da imparare ..